Biografia

Mario Titone nasce a Napoli nel 1984.

Si appassiona alla fotografia sin da giovane e frequenta diversi corsi per apprenderne le tecniche e le infinite possibilità di creazione artistica.

Entra in professione nel 2006 affermandosi soprattutto come filmmaker, affinando sempre di più la propria tecnica.

Inizia un lungo percorso di realizzazione di documentari per diverse agenzie.

La sperimentazione fotografica trova ampia espressione durante i suoi viaggi. Visita, in tre anni, oltre trenta Paesi tra Europa, Asia, America Centrale e Settentrionale, e le diverse culture con cui entra in contatto ne forgiano la sensibilità, riuscendo ad assimilarne le profonde diversità.

Nel 2009 sceglie di trasferirsi prima a Dublino, poi a Mullingar. L’esperienza irlandese si rivelerà altamente formativa per il suo carattere, per le influenze che contamineranno il suo continuo percorso evolutivo nella fotografia.

Nel 2011, torna in Italia e inizia la collaborazione con l’ufficio stampa della Presidenza della Regione Campania e con vari enti regionali realizzando la documentazione di numerosi eventi tra i quali:

  • America’s Cup World Series di Napoli
  • Forum PA di Roma
  • Apprendistato Campania Lavoro
  • World Urban Forum – Napoli
  • World Child Forum

Nel 2013, a seguito delle collaborazioni con diverse testate giornalistiche, consegue l’iscrizione all’ordine dei giornalisti – albo pubblicisti.

Nei 5 anni seguenti lavora per svariate agenzie di comunicazione documentando oltre 100 spettacoli teatrali e concerti, tra i quali risaltano:

  • Tre edizioni del Napoli Teatro Festival Italia
  • DANIELE SILVESTRI – Teatro Canzone
  • FABRIZIO BOSSO – Omaggio a Nino Rota
  • VINICIO CAPOSSELA – Marinai, Profeti e Balene
  • SIMONE CRISTICCHI – Canti di rose, di spine e d’amori
  • MARIO BIONDI – Live Tour
  • CARMEN CONSOLI – Terra ca nun senti
  • GINO PAOLI – Un incontro in Jazz
  • GIOVANNI ALLEVI – Alien in Borgo
  • FRANCESCO RENGA – Live Tour.

Nel 2018 realizza diversi documentari tra cui:

e altri progetti fotografici e video, che spaziano in vari ambiti, tra cui una campagna di sensibilizzazione a favore della donazione di sangue DONO SANGUE DONO VITA e le interviste:

Nel 2019 realizza i documentari:

L’esperienza palestinese lo segna profondamente, al tal punto da scegliere di dedicarsi esclusivamente alla realizzazione di documentari e reportage di denuncia sulla disumanità umana.

“Sono tante le barbarie che avvengono in ogni parte del mondo, il dovere morale di una società civile è quello di contrastarle duramente, senza lasciare spazio ad una impunità di interesse. In questo contesto il ruolo del giornalista-reportagista è fondamentale, poichè spingendo il suo occhio oltre il confine, riesce a sottoporre all’opinione pubblica le questioni morali che questa altresì ignorerebbe.”

Mario Titone